Archivi

In questa sezione potete trovare le gallery delle edizioni e delle attività passate, oltre che l'archivio news ed eventi fino al 20 maggio 2022

Da quella data è disponibile il nuovo sito www.dolympics.it , pieno di novità e funzionalità. Buona navigazione.

Grande partecipazione di pubblico al Dolo Rescue Day, che nella prima domenica di agosto, ha celebrato la sua seconda edizione.

Le associazioni attive sul territorio dedite alla sicurezza e alla protezione civile, hanno dato dimostrazione delle loro competenze, sensibilizzando la cittadinanza al concetto di sicurezza in ambito acquatico, nel meraviglioso contesto del Naviglio della Brenta, fronte piazza Cantiere e Squero.

In un intenso sussegguirsi di esercitazioni, le unità di soccorso natanti e cinofile di FISA (Federazione Italiana Salvamento Acquatico) e dell' ALTA (Associazione Lagunari Truppe Anfibie) hanno dimostrato le diverse complessità delle attività di soccorso e di ricerca e recupero di persone disperse.

Le protagoniste iniziali, della manifestazione non potevano che essere Nuvola, Azzurra e Ziva, cani addestrati al salvamento che hanno riscosso l'ammirazione e la simpatia delle centinaia di persone presenti.

 

Le eccezionali doti di soccorso delle unità cinofile FISA da soccorso nautico, guidate dal MDS Teofilo Girardini (FISA Vicenza) e dal conduttore cinofilo Graziano Barone, si sono esaltate in una condizione ambientale complessa come il soccorso in acqua viva.

L'esibizione è poi proseguita con delle dimostrazioni di soccorso in acqua corrente  con l'utilizzo di Rescue Board condotte dai soccoritori Diego Benato e Mattia Pizzinato e a seguire con le attività di soccorso con moto d'acqua, magistralmente guidata e coordinata dal Maestro di Salvamento Matteo Giardini, responsabile della FISA Venezia.

Successivamente, per rendere molto realistico il problema del Naviglio è stata simulata anche una caduta accidentale in acqua corrente, con il pronto intervento con di un team rescue con l'utilizzo di sacchi di lancio e corde.

Successivamente è partita l'operazione di ricerca dispersi, da parte dell'ALTA sezione della Riviera del Brenta, coadiuvata dal referente Enrico Bacco, che ha abilmente coordinato tutta l'operazione con l'aiuto degli esperti e giovani volontari dell'associazione. L'azione di recupero, andata a buon fine, è stata effettuata con un l'utilizzo di soccoritori e un gommone da soccorso coadiuvato dalla base operativa, sita in piazza cantiere.

All'attività  hanno partecipato attivamente anche il Sindaco Pro Tempore Naletto e l'assessore alle Politiche ed Opportunità Sociali Chiara Iuliano, che non hanno esitato, nel provare dal vivo, le complessità della ricerca fluviale.

Per finire, ma non meno importante, la dimostrazione di ricerca dispersi in superficie del gruppo cinofilo FISA sez. Protezione Civile Nazionale di Maserada di Piave.

Thor, bellissimo malinois, unità cinofila di ricerca, coadiuvato dal conduttore ed istruttore cinofilo Fabrizio Gatti, ha stupito i presenti recuperando con grande abilità e velocità i diversi dispersi nelle tre simulazioni. La piàù complessa il ritrovamento di Martina, bambina di 8 anni, ritrovata dopo pochi minuti di ricerca dal bravissimo Thor.

Le diverse attività di soccorso, ricerca e protezione civile, hanno destato molto interesse tra il pubblico presente e fatto emergere le professionalità e capacità operative, in campo.

Soprendente anchorman della manifestazione è stato il Sindaco Pro Tempore Gianluigi Naletto, coadiuvato da Diego Baldan, fiducario CONI e per la parte tecnica dal Prof. Matteo Giardini (FISA), Enrico Bacco (ALTA) e Fabrizio Gatti (FISA Maserada). Il Sindaco ha ricordato il contesto storico e fluviale di Dolo e ha dato le prime informazioni per il progetto del Polo Nautico fluviale.

Naletto: " Abbiamo portato a Dolo, una manifestazione di elevato valore sociale. Da tutto il Veneto, si sono riunite realtà di soccorso e ricerca, con grandi competenze e professionalità. Dolo non può non essere consapevole della sua natura fluviale,  la storia e la conformazione del territorio sono note, è necessario ripristinare un Polo Nautico fluviale che possa far riavvicinare la cittadinanza e il turismo a Dolo anche per le sue peculiarità acquatiche. Manifestazioni di questo tipo e il coinvolgimento del mondo associazionistico, potranno dare un forte impulso al progetto".

Nella stessa linea d'onda, è proprio il caso dire, anche il Fiduciario CONI, Diego Baldan, che con la rete associativa di appartenenza CSA, ha patrocinato la manifestazione: " Concordo con il Dott. Naletto, ci sono le basi per rendere Dolo un punto di riferimento per la navigazione e l'accessibilità fluviale. Dolo può diventare attrattiva, anche per turisti e utenti vicini al territorio. Come CSA daremo il massimo per dare supporto al progetto con le nostre realtà affiliate e simpatizzanti. Ci saranno delle belle novità".

 

 

 

 

Impianti sportivi

contentmap_module

Chi è On-line

Abbiamo 17 visitatori e nessun utente online

NOTA! Questo sito utilizza i cookie di terze parti (social ecc) e tecnologie simili, non utilizza cookies di profilazione.  Chiudendo questo banner o cliccando su un qualunque elemento della pagina si accetta l'utilizzo dei cookie. E' possibile consultare l'informativa, negare il consenso ai cookie o personalizzarne la configurazione alla sezione dedicata (Privacy Policy)"